Da el Campillo de la Jara nella provincia di Toledo, sino a Ebebviyin nella regione di Kiè-Ntem in Guinea Equatoriale, le mie origini da parte di madre e padre marcano la mia predisposizione ad eliminare frontiere e superare sfide.

 

Il mio entusiasmo per il parto cominciò durante la nascita delle mie figlie

ALEGRÍA e ABRIL

Durante il parto della mia figlia maggiore Alegrìa, vedo la mia immagine riflessa nello specchio del bagno. Sono la protagonista del film e non posso scappare. E’ la prima volta, sono esausta e mi fa molto male. Sento una forte contrazione e mi metto in ginocchia. Prontamente il clistere, che mi avevano somministrato qualche minuto prima senza consenso, compie il sue effetto esplosivo. Ora se non bastasse sono circondata di merda.

Perdo la dignità, mi vergogno ad uscire dal bagno e mi fa anche paura chiedere aiuto.

Torno a guardarmi allo specchio e in quel preciso istante decido di diventare ostetrica: il 17 novembre 2003. Posso dire che fu un impulso che mi uscì dalle viscere, un forte desiderio di voler accompagnare le donne nel parto dei loro bambini come deve essere. In maniera rispettosa, gentile e sicura.

Condivido questa esperienza e collaboro con il mio resoconto ‘La tenera Lola’ al libro di Isabel Fernandez del Castillo: la Rivoluzione della Nascita, nel quale descrivo la violenza ostetrica che subì per colpa dell’ostetrica che mi ‘ignorò’ quel giorno durante il parto della mia prima figlia.

Decido di utilizzare la rabbia e il dolore dello stress post-traumatico nella maniera più creativa possibile: cambio professione e indago, studio e indago. La mia famiglia e le mie comari mi aiutano ad ogni passo.

Formata come doula da Michel Odent, organizzo giornate sulla maternità in università, centri di educazione e spazi aperti alla comunità. Coordino vari circoli di donne, impartisco Kundalini Yoga e rilassamento in acqua per donne incinte. Fondo a Talavera de la Reina il gruppo per famiglie ‘Crescendo Insieme’, nel 2007 presiedo l’associazione ‘Il parto é nostro’ durante l’anno del lancio di Strategia per l’assistenza al parto normale. Pubblico articoli legati all’educazione mentre collaboro con altre donne nella lotta per i diritti umani durante il parto.

Laureata in scienze infermieristiche, concentro la mia tesi sulla depressione post parto e lo stress post traumatico.

Ostetricia alla University of East Anglia, dopo tre mesi di studi mi diagnosticano un tumore al collo dell’utero, un’altra scossa e la mia vita si trova sottosopra.

Attualmente lavoro alla Cambridge University Hospitals dove svolgo la mia passione per la cura di famiglie, bebè e donne, durante la gravidanza, il parto e il post parto.

Fondo l’impresa internazionale HELENA EYIMI LTD e creo un programma formativo specifico che tiene come mezzo principale l’insegnamento pratico, la squadra é formata da ostetriche esperte che seguono un modello britannico.

Cio' che mi risuona

“Abbracciare l’imprenditrice che é in te vuole dire abbracciare pienamente la tua capacità di trasformarti, inventarti e rinnovarti attraverso le tue creazione, dalla connessione interna con la tua passione e vocazione”.

Intraprendere con il cuore,

Sophia Style

Quello che dicono di me

“Figlia mia quando starai quieta in casa?”

Puri, mia madre 

“Helena è la compagnia più allegra che si possa avere. Viene da qui e da lontano: mulatta, castellana, europea e un po’ cañí, e per i suoi mille incanti uomini e donne cadono invaghiti, ma lei ti alza e si mette a ballare.”

Fran, amica di lunga durata.

www.franciscafernandezguillen.com

 

“Helena mi riempi gli occhi. Sia il tuo colorito, la tua presenza, la tua voce soave ma forte, piena di verità dette con dolcezza.”

Mely, ostetrica partecipante al corso di emergenze nel parto extra ospedaliero